F.A.Q.

A chi spetta scegliere il Notaio?

Per prassi, la scelta del Notaio spetta a chi paga le spese (quindi, nel caso di compravendita, all'acquirente). Ma solo per questo motivo? No, il vero motivo è che chi compra corre maggiori rischi di chi vende quindi è necessario che si serva di un professionista nel quale ha la massima fiducia e che ritiene di grande professionalità.

Nessuno può obbligarti nella scelta di un notaio piuttosto che un altro!

E' un tuo diritto scegliere. Non farti influenzare da nessuno e valuta quindi in massima libertà. Ribadisco, è un tuo DIRITTO! Rivendicalo con forza da chi ti cerca di far credere il contrario!

Come scegliere il Notaio?

Innanzitutto il rapporto di fiducia.
Il notaio oltre ad assicurare pubblica fede, è un libero professionista.
Ferma la generale altissima competenza di tutti i notai (in quanto vincitori di un concorso pubblico), non affidarti al caso!

Ricorda, ogni notaio ha alti costi fissi per la gestione del suo studio quindi diffida di chi ti propone preventivi troppo bassi rispetto alla media!

Se tra cinque preventivi ne vedi uno molto più basso chiediti come quel notaio riesca a lavorare sotto costo e che controlli riesca a svolgere in prima persona sul tuo atto.

La struttura e il personale sono necessari ma IL NOTAIO È SOLO UNO e, più mole di lavoro ha, meno riesce a controllare in prima persona il tuo atto.

Scegli chi pone un limite alla quantità per assicurarti la stessa qualità di sempre!

 

Inoltre il notaio deve essere terzo e imparziale, sopra le parti, quindi valuta con molta attenzione i suggerimenti di banche, agenzie immobiliari, imprese costruttrici ecc. Chiediti perché alcune agenzie o banche spingano con forza verso un notaio piuttosto che un altro e valuta ancora una volta il tutto in assoluta libertà.

Diffida da chi ti propone il “Notaio dell'agenzia immobiliare”, “Notaio della banca”, “Notaio dell'impresa costruttrice”, “Notaio convenzionato”, ecc.

Un notaio non può per legge procacciare clienti tramite agenzie immobiliari e simili, deve essere terzo e imparziale, dalla parte soprattutto dei soggetti più deboli di un contratto, così da poter resistere alle pressioni dei “poteri forti”: stai in allerta da chi ti vuole imporre il “suo” professionista!

Il notaio “di parte” non esiste e non deve esistere! Il notaio per tutelare tutti deve essere indipendente!

 

Pensaci, se scegli un architetto per ristrutturarti casa scegli quello che ha il gusto più simile al tuo, che ti ispira più fiducia di fare un lavoro come tu lo immagini.

O ancora, quando si va dal medico per un'operazione al cuore non si cerca il più economico ma quello che ci possa salvare la vita, quello che ci pare più professionale. Ciò non significa che quello più economico non ci possa riuscire a guarirti ma semplicemente che la nostra valutazione, pur tenendo in ovvio conto il fattore economico, va oltre ad esso alla ricerca invece del “miglior rapporto qualità-prezzo”.

Pensaci: qui non è in gioco la tua salute, vero, ma magari la casa che stai acquistando con i risparmi del lavoro di una vita o magari ti stai per impegnare con la banca per un mutuo trentennale che ti influenzerà necessariamente nei decenni a venire... non vale forse la pena non affidarsi al caso e unicamente al preventivo più basso ma operare una scelta più consapevole?

Prendi un appuntamento con il notaio prima di affidargli una pratica, conoscilo e analizza con lui i tuoi problemi!

Il notaio è dalla tua parte, in quanto è un professionista non piegato ai “poteri forti” ma indipendente e sopra le parti!